:: Corso di Elettronica :: | Microprocessori - diodi - resistenze - condensatore - trimmer - potenziometri - led - fotodiodi - elettrolitico -


Vai ai contenuti

I diodi LED, le loro principali caratteristiche e calcolare resistenza di caduta per un diodo led

Tutorial > Diodi

Diodo Led

Il diodo LED il cui acronimo è Light Emitting Diode, ovvero un diodo classico ad emissione di luce, è un componente elettronico con lo stesso funzionamento del diodo al silicio, contenente anch'esso una giunzione P-N realizzata con arsenuro di gallio o fosforo di gallio; entrambi i tipi di diodi led, polarizzati direttamente con una tensione compresa tra 1.5Volt e 3.2Volt(è necessario conoscere le caratteristiche tecniche del diodo, questo valore varia a seconda della sua lungheza d'onda, più è minore, e più tensione potrà cadere ai suoi capi), in modo tale da consentire il passaggio di corrente compreso tra 10 e 30 mA all'interno della sua giunzione, emetteranno una luce; la luce puo assumere diverse colorazioni, a seconda del tipo di materiale usato. Questo fenomeno viene chiamato "elettroluminescenza", ed è reso possibile dall'emissione di fotoni che vengono prodotti dalla riconiugazione degli elettroni e delle lacune solo quando il diodo viene polarizzato direttamente.




In figura possiamo vedere il suo simbolo elettrico, identico a quello del diodo classico, ma con l'aggiunta di due frecce rivolte verso l'esterno, che stanno appunto ad indicare la "fuoriuscita" di luce.





La sua forma più comune può essere rappresentata dalla figura a sinistra, anche se i diodi led si differiscono tra di loro per colori e forme, dimensioni e potenze, a seconda del loro campo di utilizzo.
Si può ben notare che hanno un terminale più lungo(solitamente è il positivo) ed uno più corto (negativo), e per funzionare in un circuito elettrico, devono essere obbligatoriamente rispettate le polarità.

Per l'utilizzo di un diodo led, è sempre necessario collegare una resistenza in serie ad esso, per il semplice motivo di limitare la corrente che passa e non distruggere la giunzione interna. Questo avviene per il motivo spiegato nella caratteristica tensione-corrente di un diodo( vedi curva diodo), e cioè che a piccoli variazioni di tensioni, si hanno grandi variazioni di corrente, che di conseguenza portano alla rottura della giunzione, danneggiando così il diodo.







Alimentazione diretta diodi LED:

Qui di seguito sono inseriti alcuni valori di tensioni dirette standard di alimentazione dei diodi led.
Queste tensioni variano al variare del colore del LED.

Colore ROSSO: 1.8 Volt
Colore GIALLO: 1.9 Volt
Colore ARANCIO: 2.0 Volt
Colore VERDE: 2.0 Volt
Colore BLU: 3.5 Volt
Colore AZZURRO: 3.0 Volt



Caratteristiche principali dei diodi led:

  • possono lampeggiare a frequenze molto alte, superiori al Mhz;
  • emettono luce fredda, a differenza delle classiche lampadine a filamento;
  • sono particolarmente adatti alla trasmissione di segnali tramite modulazione dell'intensità luminosa;
  • grazie ai bassi consumi di corrente, è molto utilizzato nell'illuminazione a vantaggio del risparmio energentico;
  • nella fabbricazione si possono raggiungere molte varianti di colore, ed utilizzando il Nitruro di Gallio, si può raggiungere una cololrazione blu chiara.


Argomenti correlati:

Calcolare resistenza per diodo LED e legge di OMH



Vuoi personalizzare questa lezione? Contattaci qui...

Home Page | Tutorial | Schemi Elettrici | Personalizza | Links | Servizi | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu