Resistenza a Carbone e Codice dei Colori - :: Corso di Elettronica :: | Microprocessori - diodi - resistenze - condensatore - trimmer - potenziometri - led - fotodiodi - elettrolitico -:

Vai ai contenuti

Menu principale:

Resistenza
Prima di spiegare come si dimensiona il valore e la potenza di una resistenza,(Legge di ohm) è importante saper decifrare il suo valore.
Le resistenze elettriche sono i componenti passivi più comuni e numerosi presenti in qualsiasi apparecchiatura elettronica. Alcune di esse sono di tale piccola dimensione che si è scelto convenzionalmente di non indicarne il valore ohmico e altri parametri in cifre, ma bensì per mezzo di un codice di colori.
Decifrare il valore ohmico di una resistenza è abbastanza facile, e con un pò di pratica si individua mentalmente in un attimo il valore che essa vuole rappresentare.
Seguendo il disegno qui sotto, si può capire molto semplicemente come decifrare i colori del corpo, sapendo ovviamente che:





  • le resistenze più comuni in mercato sono formate da tre anelli per l'identificazione del valore, più una che identifica la tolleranza, solitamente al 5%;
  • le resistenze con quattro anelli per l' identificazione del valore, una che ne identifica la tolleranza e l'ultima che identifica il coefficiente di temparatura, solitamente sono al 1%;

Per la correttta lettura bisogna sempre capire quale sia il colore della tolleranza(è sempre di colore oro o argento), e porlo alla vostra destra, nel caso rappresentato in figura si tratta di una resistenza al 5% perché la fascia è di colore oro; fatto questo si leggono i colori partendo dal lato opposto della tolleranza assegnando i diversi pesi: 1° cifra=1; 2° cifra=5; 3° cifra che equivale agli zeri da aggiungere al fattore moltiplicativo, e di conseguenza 2;

quindi la resistenza sotto raffiguarata è da:

15 x 100=1500ohm di conseguenza= 1500 : 1000=1.5Kohm





Multipli e sottomultipli dei valori resistivi:

ohm
kiloohm
megaohm


ohm : 1.000.000 = megaohm
ohm : 1.000 = kiloohm

kiloohm x 1.000 = ohm
kiloohm : 1.000 = megaohm

megaohm x 1.000 = kiloohm
megaohm x 1.000.000 = ohm

Per l'uso comune le resistenze vengono prodotte in  valori standard, per cui non è possibile trovarne in commercio tutti i possibili valori.
Per le applicazioni dove si richiede una precisione maggiore, si trovano in commercio delle resistenze di valori non standard ovviamente di costo maggiore. E' il caso, per esempio, delle resistenze che si trovano negli strumenti di misura, come oscilloscopi, multimetri, generatori di frequenze, bilance elettroniche, dove è molto importante la precisione di misura.
Per questo tipo di resistenze si utilizzano anche sei anelli: 4 per il valore resistivo, 1 per la tolleranza, ed 1 che identifica il coefficiente di temperatura che, viste le applicazione di queste, diviene parametro importante per questo tipo di resistenze.


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu